17 agosto 1945. Settantacinque anni fa, oggi, George Orwell pubblica quello che attualmente è considerato uno dei grandi romanzi del XX secolo, “La fattoria degli animali”. I protagonisti sono gli animali stessi, ma quella che potrebbe sembrare una favola per bambini è in realtà una feroce satira, dove ogni personaggio ed ogni evento assume una veste allegorica con il quale l’autore critica i regimi totalitari e, in particolare, quello stalinista. 

Attraverso l'allegoria, Orwell associa ad ogni animale una personalità e un ruolo che caratterizza gli uomini che vivono nella società.   

I MAIALI – PIGS    I maiali sono animali caratterizzati da una spiccata intelligenza e, secondo uno studio dell'Università di Budapest, posseggono naturali capacità di problem solving in completa autonomia. È per questo che lo scrittore affida a essi il ruolo di leader della fattoria.  

Il Vecchio Maggiore (Old Mayor) ispira la rivoluzione degli animali dall'oppressione del fattore, Napoleon e Palla di Neve (Snowball) portano avanti la rivoluzione, ma l'utopica società sognata dal saggio animale, caratterizzata dalla libertà di tutti gli animali, cede presto il posto ad una realtà molto poco dissimile dalla precedente: a poco a poco Napoleon assume il comando e i maiali prendono il potere sugli altri animali. Celebre la frase, che diventa forte metafora dell'arroganza del potere: "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali di altri".

 https://www.designed-shirt.com/en/home/213-5557-t-shirt-origami-pig-pop.html 

IL CAVALLO GONDRANO – BOXER    Gondrano rappresenta il lavoratore ordinario: umile, onesto ed essenziale in qualsiasi sistema sociale. La sua filosofia si basa sulla dignità del lavoro, secondo la quale  la vera felicità sta nel lavorare molto e nel vivere frugalmente. Il suo motto è "Napoleon ha sempre ragione" e "Lavorerò di più". Non si pone troppe domande, ma proprio per questo non riesce a vedere che a un certo punto gli ideali della rivoluzione sono corrotti, e che il suo spirito viene inevitabilmente manipolato per controllare gli altri animali.

 https://www.designed-shirt.com/en/origami-animals/204-5320-t-shirt-origami-horse.html 

LE PECORE   A differenza che per gli altri animali Orwell non caratterizza le pecore nella loro individualità, ma le comprende in un'unica massa, la cui principale utilità è quella di ripetere gli slogan del regime. Per lo scrittore le masse sono facilmente manipolabili, perciò ben presto la cantilena dell'originale spirito rivoluzionario "Quattro zampe buono, due zampe cattivo", quando i maiali iniziano ad assomigliare agli uomini, viene sostituita con "Quattro zampe buono, due zampe meglio".

 https://www.designed-shirt.com/en/home/214-5595-t-shirt-origami-sheep-pop.html#/11-color-nero/26-size-xs/27-model-classic_unisex 

I CANI   Anche i cani, come le pecore e le galline, non sono trattati come individui. Allegoricamente essi rappresentano "le armi" con le quali i maiali riescono ad imporre il proprio potere, come accade nei regimi con la polizia politica che reprime le opposizioni. 

 https://www.designed-shirt.com/en/pop-origami-animals-/47-866-t-shirt-origami-dog-bull-terrier-pop.html 

LE GALLINE   Le galline sono quelle, tra gli animali della fattoria, che maggiormente traggono beneficio dalla rivoluzione nella prima fase, essendo da sempre sfruttate dall'uomo. Il loro destino però è segnato perché l'utilità economica derivante dalle loro uova appare presto chiara anche ai maiali, che dunque obbligheranno le galline alla produzione. Le galline alla fine cedono, ma non senza aver tentato la resistenza. 

 https://www.designed-shirt.com/en/origami-animals/212-5519-t-shirt-origami-hen.html 

A causa del potente messaggio critico, il romanzo ebbe inizialmente qualche problema nella pubblicazione. Il ritratto delle persone che gli animali dipingevano non era del tutto positivo, ma il messaggio che si è tramandato a distanza di anni è riuscito a rimanere attuale e quindi ancora oggi risulta di grande impatto ed efficacia, tanto da averlo consegnato alla storia.

Questo è il nostro omaggio ad un grande libro in onore del suo 75esimo anniversario, con le nostre versioni origami degli animali della fattoria.